Se viaggi in moto, usi tutti e cinque i sensi e...un po’ anche il sesto, per capire le intenzioni dell’uomo col cappello che guida l’utilitaria davanti a te!!

La prima è giù! (ci si prende in giro così tra Bikers facendo insinuazioni circa l’inesperienza di un amico). Uomini,* moto, sudore, abbracci, olio motore, rituali antichi, natura, accampamenti o letti comodi! *yoga!? Prendi tutti questi ingredienti (senza però prenderti troppo sul serio, specialmente con i rituali antichi), un giubbo e degli headphone per ascoltare le istruzioni mentre sei in sella. Uomini e moto macinando chilometri di curve e rettilinei; Uomini e moto per riscoprire il sentimento di fratellanza che ci unisce; Uomini e moto per dar voce al femminile creativo che ci abita ed al maschile che ne permette là concretizzazione!

Se viaggi in moto, usi tutti e cinque i sensi e...un po’ anche il sesto, per capire le intenzioni dell’uomo col cappello che guida l’utilitaria davanti a te!!!
A presto!

Soste previste per:

  • contemplazioni
  • benza
  • asana
  • minzioni
  • preghiere al dio dei motori
  • birre (e successive minzioni)
  • meditazioni
  • ascolto del suono del silenzio (copyright di mio padre)

“Se fai le vacanze in motocicletta le cose assumono un aspetto completamente diverso. In macchina sei sempre in un abitacolo; ci sei abituato e non ti rendi conto che tutto quello che vedi da quel finestrino non è che una dose supplementare di TV. Sei un osservatore passivo e il paesaggio ti scorre accanto noiosissimo dentro una cornice."
Lo Zen e l'arte della manutenzione della motocicletta
Robert M. Pirsig





Questo sito utilizza cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro utilizzo. Informativa estesaAccetto