L’impossibilità di comunicare con una buona fetta del mondo dà a volte un profondo senso di alienazione che sono certo ha portato alla pazzia e alla frustrazione tante grandi anime che hanno popolato il nostro pianeta.

Mi rendo sempre più conto della totale impossibilità di comunicare con chi vede la realtà divisa in categorie, ovvero con chi la realtà non sa neppure cosa sia. Con questa tipologia di sub-umani dire ad esempio “di avere una avversità verso le religioni” significa non avere dei valori etici.

Come se un essere umano con un minimo di coscienza avesse bisogno di religioni o ideologie per avere un’etica. Per queste persone sentire che hai dei dubbi su una certa ideologia significa automaticamente che fai parte dell’ideologia opposta e sei un nemico. Dire quindi che non sei per la “democrazia” fa di te un dispotico fascista, come mettere in dubbio alcune affermazioni del Duce fa di te un comunista e via dicendo. Questa massa di persone ignoranti non percepisce sfumature e la sua realtà è costituita da scaffali e recinti mentali. Ogni tentativo di comunicare è solo una perdita di tempo ed energia e crea ogni volta nuove incomprensioni. Per poter parlare con tali individui devi far finta di vedere il mondo come appare ai loro occhi. L’impossibilità di comunicare con una buona fetta del mondo dà a volte un profondo senso di alienazione che sono certo ha portato alla pazzia e alla frustrazione tante grandi anime che hanno popolato il nostro pianeta. Il senso di questo post è uno solo: se ti senti alienato rispetto alle persone che ti circondano e senti di non poter comunicare, fatti forza non sei solo ma anzi è possibile che tu sia un seme importante per un nuovo inizio. Non mollare!




Questo sito utilizza cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro utilizzo. Informativa estesaAccetto