allenarsi

Per diventare persone più fluide e a proprio agio basterebbe fare esercizi che allenino questa qualità così come per diventare presenti, più forti e quindi sicuri di sé.

Titolo suggestivo che di per sé contiene un'imprecisione, ovvero presume che vi sia effettivamente un confine tra la mente ed il corpo e che siano due entità separate, cosa di per sé falsa ma che mi aiuta a chiarire la questione. Insisto sull’evitare di essere sommersi da ore di parole, passare del tempo ad ascoltar chiacchiere o a sommergere di chiacchiere il prossimo: tempo sprecato a digerire concetti su concetti, idee su idee per finire di convincersi di aver imparato qualcosa che possa migliorare la propria vita mentre si finisce solo per essere più appesantiti e ad abituarsi alla noia.

Eppure, volendo tutto sarebbe così semplice, così a buon mercato. Basterebbe dedicare un’ora al giorno tutti i giorni e magari un paio di volte l’anno ricevere nuovi spunti e rigenerarsi attraverso una settimana di allenamento intenso e guidato da terzi. Però questa ricetta presuppone responsabilità ed impegno, cose che non vanno molto di moda. Per diventare persone più fluide e a proprio agio basterebbe fare esercizi che allenino questa qualità così come per diventare presenti, più forti e quindi sicuri di sé e aumentare la propria resistenza e la propria flessibilità. Per essere chiari sto usando tutti aggettivi che possono riferirsi al corpo come alla mente perché non vi è distinzione tra le due cose. L’essere o meno portati è una scusa per deresponsabilizzarsi così come tutte le baggianate del tipo questo fa per me e questo no.

Vuoi star bene? Semplice. Suda una volta al giorno spingendoti spesso oltre la zona di conforto, allena la capacità di concentrazione così come tutte le altre qualità. Non ci vuole molto e non c’è bisogno di sapere null’altro. Quando stai fermo a pensare: “Ma questo mi farà bene o mi farà male?” Stai solo perdendo tempo. Non rinunciare a ciò che ti dà piacere perché forse ti fa male! Poi certo un giorno ti ammalerai e morirai comunque, ma per questo non c’è cura ne rimedio, fa parte della vita. Ma tra la nascita e la morte c’è quel miracolo chiamato vita che non dovresti gettar via, non dovresti darla per scontata ma attraverso di essa cercare di onorarla perché la vita si onora solo attraverso la vita.




Questo sito utilizza cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro utilizzo. Informativa estesaAccetto