Comunicazione Espressiva e Verbale.jpg
 
 

Comunicazione Espressiva e Verbale

23 - 24 NOVEMBRE 2019

Cascina Bellaria, Sezzadio (AL)

Conduce: Leonardo Losavio


Contenuto del seminario

In qualsiasi campo è più importante o almeno altrettanto importante saper comunicare adeguatamente più ancora che il contenuto di ciò che si vuole comunicare. Questo workshop articolato in quattro incontri ha lo scopo principale di dare ai partecipanti gli strumenti necessari per migliorare la capacità espressiva e verbale. 


Programma

PRIMO INCONTRO
(Lo strumentista, lo strumento e l’anima)

LA COSCIENZA DEL PROPRIO STRUMENTO
[Un percorso di consapevolezza per agire sulle cause che inibiscono o sporcano il nostro suono.]

LA GRANA DELLA VOCE COME ANIMA SONORA
La grana della voce è tutto ciò di cui è composto il nostro suono vocale: tono, timbrica, inflessioni, ma anche tensioni, insicurezze, traumi, paure. Tutte cose che comunichiamo insieme al messaggio delle nostre parole. La grana della voce è come un nastro magnetico che registra e riporta ciò che siamo e ciò che si muove dentro di noi.

RESPIRO E SUONO
Il suono della nostra voce è indissolubilmente legato al nostro respiro. La giusta respirazione porta a una corretta emissione del suono.

LA RESPIRAZIONE DIAFRAMMATICA

LIVELLO MEDIO DEL RESPIRO
Parlare fuori dal naturale ritmo respiratorio porta stress inconscio, preoccupazione e insicurezza che vengono registrate e trasmesse dalla grana della nostra voce. Lavoro di consapevolezza e risincronizzazione voce/respiro.

LIVELLO DI INDIFFERENZA DELLA VOCE
Il tono di voce che normalmente usiamo, di solito non corrisponde al nostro comodo e personale tono di voce. Questo porta a una serie di tensioni che penalizzano la qualità sonora e comunicativa della nostra voce. Il percorso mira a ritrovare la propria voce naturale per sentirsi a proprio agio durante la comunicazione.

L’OM E IL SUONO NATURALE DELLA VOCE

I SETTE SUONI VOCALICI

FUSIONE CON LO YOGA 
Pranayama finalizzato allo sblocco e al controllo del diaframma.
Mantra Om come mezzo per raggiungere il proprio tono di voce.
Mantra per riscaldamento vocale.


SECONDO INCONTRO
(messa a fuoco dei suoni)

Ogni parola è composta da un insieme di lettere, di suoni chiamati fonemi. Ogni suono ha un suo preciso movimento dell’apparato buccale e una precisa gestione di fiato per essere prodotto in maniera efficace.

In linea di massima nessuno, però, ci ha mai spiegato come vengono esattamente composti questi fonemi. Li abbiamo abbozzati e imparati per imitazione, trascinandoci dietro, nel nostro percorso di apprendimento, le insicurezze, gli errori, le imprecisioni, i difetti di chi ci ha fatto da esempio.

In questa tappa viene fornito quel libretto delle istruzioni che, all’inizio, tutti avremmo dovuto avere e che nessuno ci ha mai dato.

LUOGO DI ARTICOLAZIONE
Punto di contatto degli elementi (lingua, denti, palato, alveoli) interessati alla produzione dei vari fonemi.

MODO DI ARTICOLAZIONE
Modo di gestione del fiato per la produzione dei vari fonema.

BREVI ACCENNI SULLE REGOLE DELLA DIZIONE
La dizione per “intonare” in modo armonico la musicalità delle nostre parole.  (E aperta – E chiusa)

FUSIONE CON LO YOGA
Bija mantra (lam, vam, ram, yam, ham, om) come strumento di riscaldamento vocale e di focalizzazione del risonatore della maschera.


TERZO INCONTRO
(le armi del guerriero)

LE ARMI E GLI STRUMENTI PER CONTRASTARE I DIFETTI DEL NOSTRO SUONO E DELLA PAROLA.  (parole mangiate, inflessioni, cadenze…)

LA MASCHERA E LA PROIEZIONE DEL SUONO
La paura nei confronti della nostra voce ci porta a tenere il nostro suono dentro lo strumento, diventando poco chiaro e udibile. Il percorso è finalizzato a riportare il suono fuori dallo strumento.

BREVI ACCENNI SULLE REGOLE DELLA DIZIONE
La dizione per “intonare” in modo armonico la musicalità delle nostre parole.  (O aperta – O chiusa)

FUSIONE CON LO YOGA
Stimolazione Vishuddhi chakra per assecondare l’intenzione comunicativa e aumentare la concentrazione.


QUARTO INCONTRO
(il corpo, il suono e le intenzioni)

BREVI ACCENNI SULLE REGOLE DELLA DIZIONE
La dizione per “intonare” in modo armonico la musicalità delle nostre parole.  (S e Z sorde – S e Z sonore)

POSTURA E VOCE
Riallineamento posturale e attivazione dei muscoli che contribuiscono a sbloccare e potenziare il nostro suono.

Il POTERE DELLE INTENZIONI
La comunicazione ha origine da un impulso primario. Questi impulsi, nel tempo, vengono filtrati o bloccati da impulsi secondari che tendono a radicarsi e a schermare sempre più le reali intenzioni comunicative. Quando le parole assecondano le reali intenzioni, la nostra voce vibra con un’energia speciale e la comunicazione arriva dritta al cuore e alla mente di chi la ascolta.

PROVA SU TESTO
Orchestrazione degli elementi appresi durante il percorso usando un piccolo monologo come pretesto.

FUSIONE CON LO YOGA
Asana di allineamento per la riattivazione di alcuni fasci muscolari della nuca, col fine di alleviare le tensioni interne della gola e permettere la distensione della colonna vertebrale, per favorire lo sblocco della voce.


Bio docente

Tra l’intenzione di comunicare bene e la capacità di farlo, c’è di mezzo un viaggio che vale sempre la pena percorrere. Perché, saper comunicare, saper trasmettere, è una preziosa forma d’arte. Questo concetto l’ho capito davvero, quando sono diventato un insegnante e ho sentito maggiormente il bisogno di entrare in sintonia con chi mi stava ascoltando. Ciò che è avvenuto prima e ciò che è avvenuto dopo, ve lo riassumo in questa rapida volata biografica: m’innamoro del teatro nel 1996 perché arte congeniale alla mia passione per la scrittura. Inizio un lungo e variegato percorso di formazione artistica nell’ambito autoriale, attoriale e musicale, studiando con maestri italiani e stranieri. Nel 1999 conseguo il diploma di violoncello e, per un po’, mi ritrovo a suonare, in Italia e all’Estero, in formazioni orchestrali e da camera. Non potendo aumentare le ore della giornata, ho dovuto fare una scelta, mettendo in secondo piano la musica.

Leonardo Losavio.jpg

Nel 2001, insieme ad altri tre visionari artisti e motivati sognatori, fondo la compagnia del Teatro dei Limoni, e nel 2007 ci ritroviamo a gestire un teatro che diventa anche scuola di formazione. Scrivo, recito e conduco laboratori di scrittura creativa e seminari di dizione, fonetica e comunicazione espressiva, per università e centri di formazione teatrale. Ideatore, nel 2016, del meccanismo narrativo denominato Breaking Book, pubblico i primi due romanzi con la casa editrice Nowhere Books. Ci sarebbe altro da dire, ma le parole stancano, e questo lo scoprirete in quel famoso viaggio.


Orari

Dalle 09.00 alle 18.00


Costi

Il costo del ritiro è 120 € per entrambi i giorni
Sconto di 30 € ai primi 4 iscritti! (non cumulabile con altri sconti)
Vale 12 ore per il diploma YA 300 ore.
Possibilità di soggiornare a Cascina Bellaria. Per maggiori informazioni sulle tariffe clicca qui

Per informazioni o iscrizioni clicca sui pulsanti qui sotto.