Dicono di noi

testimonials

Testimonianze, pensieri, piccole istantanee raccontate da chi ha vissuto con noi l'esperienza dei ritiri residenziali, dei seminari, delle lezioni e ha voluto donarci il suo punto di vista.


Annika Bordin Yoga Alliance Website - 2018

Bellissima esperienza, insegnante molto preparata e coinvolgente, ottima scuola.


Arik Olson - 2018

Superate di gran lunga le mie aspettative, davvero fantastico. Un corso eccellente che approfondisce tanti aspetti dello yoga.


Deborah Bellotti - 2018

Grande scuola, insegnanti bravissimi, pratica unica. Lo consiglio vivamente. Grazie!


Silvia Lombardi - Yoga Alliance Website - 2017

Hari-om è una scuola che ti porta ad affrontare i tuoi limiti e superarli. E questo mi è piaciuto moltissimo!


Elena Bazzana - Yoga Alliance Website - 2017

Tanta pratica intensa e meravigliosa con ottimi insegnanti (ognuno con il proprio personalissimo stile). Ti incoraggiano a trovare il tuo percorso.


Renske Meijer - Yoga Alliance Website - 2017

Questo è un percorso educativo solido. Dalla teoria all’allenamento fisico e mentale, questo corso ti prepara in tutti i modi a essere un insegnante fantastico. La visione aperta della scuola (che integra yoga, functional training e diverse filosofie) ti dà la possibilità di scoprire il tipo di stile e percorso più adatto a te.


Aisling - Corso Insegnanti Costa Rica - 2016

Al corso insegnanti Hari-om: insegnanti eccezionali la cui passione non aveva limiti e l’hanno trasmessa a me. Grazie! (Ho apprezzato molto la pratica ed il contenuto delle lezioni).


Niki - Corso Insegnanti Costa Rica - 2016

Ho molto amato il luogo in cui si è tenuto il Corso per insegnanti yoga: i suoni della giungla aumentano questa esperienza. Insegnanti strepitosi, grande pratica e conoscenza. Grazie


Studente - 2016

Coerenza. Serietà. Professionalità. Un ambiente severo ma sereno. Ottimo


Studente - Corso Insegnanti - 2016

Corso ben strutturato, argomenti ben spiegati che lasciano la voglia di essere approfonditi con uno studio personale successivo al corso. Lezioni interessanti, anche alternative che aprono ad una visione a 360.... che va ben oltre lo yoga... per non diventare insegnanti con il paraocchi chiusi in un'unica visione! Grazie, lo rifarei!!


Studente - 2016

ottimo, sicuramente lo consiglierei a chi desidera approfondire lo yoga.


Studente - Corso Insegnanti - 2016

Ho apprezzato molto il tempo speso durante il corso. Sono stato in grado di affrontare questioni personali che non avevo voluto affrontare prima perché non c’era possibilità di distrarsi. Alla fine è stato molto vantaggioso e utile. Sono progredito come persona e, di questo, sono molto grato. Le lezioni sono state interessanti, la musica favolosa e l'energia fantastica. L'alloggio, la proprietà e il cibo erano molto buoni. Ho solo cose positive da raccontare. Grazie!!!!


Studente - Corso Insegnanti - 2016

...esperienza unica ...intensa ed entusiasmante...ogni giorno era una grande opportunità per apprendere, mettersi in gioco cercando di dare il meglio! Ho apprezzato il fatto che sia un lavoro personale e che i tutor erano lì solo per mostrarci quello che erano ...persone normali con talenti speciali, che mai ci hanno condizionati o ci hanno spinto a fare qualcosa...lo sforzo doveva avvenire da ognuno di noi. secondo la mia esperienza le condizioni del luogo, i ritmi e le attività mi hanno aiutata a fare un lavoro su me stessa. la qualità si è mantenuta sempre alta dal primo all'ultimo secondo. grazie a tutti.


Ellen - Corso Insegnanti - 2016

È stata una esperienza di vita! Tre settimane piene di sfide, nuove conoscenze e divertenti! Mille grazie, Ellen.


Studente - Corso Insegnanti - 2016

Il corso è stato veramente arricchente, nonostante fosse molto intenso e ricco di contenuti. Un'esperienza unica che mi ha portato a mettermi in discussione e scoprire qual è la mia via come insegnante. Sono veramente super soddisfatta! Ho apprezzato tantissimo la varietà di pratiche che ci sono state proposte e la possibilità di avere numerosi e differenti insegnanti che ce le tenevano. Anche la teoria ci è stata spiegata in modo più che esauriente. La location e l'organizzazione sempre al top :)


Alessia - Corso Insegnanti - 2016

Definirei questo corso residenziale un'esperienza di vita nella quale, consapevolmente, ho scelto di affidarmi ad un'entità per raggiungere maggiore conoscenza relativamente alla disciplina dello yoga. Come molte esperienze di vita, si è rivelata difficile in un primo tempo e davvero magica soltanto dopo essermene andata dalla Cascina. Fatica, sconforto e dubbio hanno convissuto con soddisfazione, gioia e magia per poi lasciare un'indelebile traccia di profonda conoscenza di sé e grande fierezza. Ciò che ho sentito in maniera più viva è la consapevolezza della grande fortuna che ho avuto nel decidere di frequentare questa scuola. Alessia


Studente - Yoga Bimbi - 2016

E' stato un corso coinvolgente, interessante, che ha tirato fuori il mio animo bambino.


Studente - Corso Insegnanti - 2016

Un posto incantevole, quasi magico, in cui si viene a contatto con insegnanti dotati di grande professionalità e di rara umanità. Rispetto ad altri TT frequentati in precedenza, questo è in assoluto il più completo in quanto vengono trattati a 360 gradi tutti gli aspetti dello yoga, dando così ad ogni allievo la possibilità di trovare la propria individualità per poter poi costruire il proprio stile di insegnamento.


Studente - Corso Insegnanti - 2016

Questo corso mi ha dato forti emozioni, mi ha portato a confrontarmi con le mie forze e con le mie debolezze ed ho scoperto un lato di me che non conoscevo. Mi sento fragile e nel tempo stesso rinvigorita e ho la certezza di ritrovare quella parte di me che non riesce ad emergere. Tutto ciò grazie agli insegnanti fantastici che si dedicano anima e corpo... Alcuni più con il corpo...altri più con l'anima????????...Comunque ognuno trasmette le proprie esperienze ed emozioni con dolcezza e vigore, e ti danno l'entusiasmo necessario per continuare in questo cammino che è la vita fuori da Cascina Bellaria. Avendo la consapevolezza di non perdere la bellezza che è dentro ognuno di noi. Dobbiamo solo cercarla dentro, perché è la da sempre bisogna semplicemente portarla fuori. Questo è ciò che ho appreso in questo training ed è semplicemente fantastico! Grazie di cuore a Marco.M. Elisa, Manuela, Max.M, Max.R.???????????? ❤️You all!


Studente - 2016

Insegnanti estremamente competenti e disponibili, vorrei consigliare questa scuola a tutti coloro che cercano un'ottima preparazione per sé stessi e per i propri allievi!


Studente - Corso Insegnanti - 2016

Sono stata molto felice della scelta che ho fatto, quello che ho imparato è stato prezioso e sarà di grande aiuto nella mia vita professionale e personale. La location è magnifica, una vera oasi di pace. In generale, corpo docenti molto competente.


Paola - Corso Insegnanti - 2016

HARI OM è una scuola di Vita e di Esperienza. Si pratica con insegnanti di inestimabile livello e preparazione in una cornice a dir poco fantastica. Si mangia benissimo e sano, si balla e ci si diverte. In Hari Om puoi essere te stesso, senza tante menate. Non potrei immaginare una scuola migliore della "mia"! Paola


Brittany - Corso Insegnanti Costa Rica - 2016

E’ stata un’esperienza grandiosa. Il corso è davvero ben organizzato e voi (Jun e Max) siete davvero preparati e disponibili. La vostra passione per lo Yoga ci ha ispirato così tanto! Una idea è quella di creare più gruppi di discussione durante le lezioni teoriche. Il gruppo che abbiamo creato sulle Mudra è stato potente!! Grazie per questa esperienza che mi ha cambiato la vita.


Latarria - Corso Insegnanti Costa Rica - 2016

Non c’è abbastanza spazio per esprimere in parole cosa ho sentito durante le tre settimane di corso. E’ stata un’esperienza incredibile con insegnanti ricchi di conoscenza e di disponibilità. Grazie Jun, Max e Hari-om per l’opportunità che mi avete offerto di approfondire la mia pratica, imparare, crescere, evolvere in un tempo così breve. Avrò per sempre le vostre voci nella mia testa ad applaudirmi. Continuate a fare il vostro lavoro, condividendo ed essendo le belle persone che siete. Grazie.


Debbie - Corso Insegnanti Costa Rica - 2016

Semplicemente grande! Bello. Un grande grazie a Max e Jun. Ho amato le vostre pratiche e le vostre lezioni teoriche. Ho apprezzato l’apertura delle vostre menti ed il fatto che non ci abbiate spinti in una direzione. Sono davvero contenta di aver fatto il corso per insegnanti yoga. E’ stato sfidante, sia per la mente che per il corpo, ma ho imparato molto su me stessa. GRAZIE!


Luman - Corso Insegnanti Costa Rica - 2016

Davvero un corso per insegnanti yoga costruito in modo professionale. Era davvero ben pianificato e portato avanti da due grandi insegnanti, Max e Jun. Sono così contennte di aver partecipato a questa esperienza che consiglierei a chiunque sia seriamente interessato a un corso per insegnanti yoga davvero professionale. Grazie Jun e Max.


Michael - Corso Insegnanti Costa Rica - 2016

E’ stato un corso emozionante! Max e Jun sono stati entrambi bravissimi! Ho amato le lezioni teoriche e le pratiche. La sola cosa che posso suggerire è quella di dare agli studenti un po’ più di tempo per “digerire” le informazioni e prepararsi agli esami. Forse questo significherebbe aggiungere qualche giorno e un extra costo, ma penso sarebbe utile. In ogni caso, grandioso! Il corso ha superato le mie aspettative e lo consiglierei a tutti!


Christine - Corso Insegnanti Costa Rica - 2016

Ho veramente apprezzato ogni singolo giorno con Hari-om. Il modo non dogmatico con cui Jun e Max ci hanno guidato attraverso tutti gli aspetti dello Yoga è stato grandioso. Questo corso mi aiuterà a trovare il mio percorso spirituale e, infine, ad insegnare ad altri. Grazie e Max e Jun.


Studente - Corso Insegnanti Costa Rica - 2016

Hari-om: Incredibile! Jun e Max, la vostra passione e conoscenza che mostrate in ogni cosa facciate, mi fa sentire grato di aver imparato da voi. Ho apprezzato ogni lezione ed ogni conversazione. Siete entrambi degli insegnanti grandiosi. Auguro a tutti coloro che conosco di sperimentare questo corso!


Daniela - Corso Insegnanti Costa Rica - 2016

Grazie ragazzi per questa opportunità. E’ stato un viaggio sfidante nel miglior senso della parola. Le lezioni erano molto interessanti e stimolanti, le pratiche erano varie e piacevoli. Max e Jun sono dei fantastici insegnanti, molto attenti sia nella parte teorica che pratica. Grazie a entrambi. Un solo commento su un aspetto, sebbene avrei potuto parlare, ma non volevo essere troppo aggressiva. In alcune delle parti dell’insegnamento degli studenti, non mi sentivo di ricevere sufficiente feed-back. Ho ricevuto una serie di punti su cui lavorare, ma non abbastanza da sapere su cosa porre l’attenzione nella mia pratica personale o nell’insegnamento futuro. Nell’ultima parte del corso, Max mi ha dato molti ottimi suggerimenti e lo ringrazio per questo.


Studente - Yoga Bimbi - 2016

Un corso molto valido, non solo utile coi bambini, ma tante tematiche possono essere utilizzate con gli adulti, per aiutare chi è più rigido. Rossella ha trasmesso molto "calore" e tutti hanno bisogno di amore!


Studente - Corso insegnanti Costa Rica - 2016

Ho veramente apprezzato il corso per insegnanti di Yoga Hari-om al Samasati. Ho pensato che Max e Jun fossero il perfetto equilibrio di istruttori per insegnare. La sensibilità di Jun, la sua conoscenza dell’anatomia mixate all’esperienza della vita di Max, alla pratica intensa ed alla spiritualità erano esattamente quello che cercavo in una scuola di yoga.


Studente - Corso insegnanti - 2016

Un corso di alta qualità. Le lezioni sono molto interessanti, così come è molto buona la pratica delle asana. Sono più che soddisfatto di partecipare a questo corso in un posto così bello. Grazie


Mark - Corso insegnanti Costa Rica - 2016

Mi chiamo Mark e di recente ho completato il YTT200 al Samasati Nature Resort a Puerto Viejo, Costa Rica. Vorrei dire che nel complesso, questa è stata un'esperienza molto gratificante per me. Ho 51 anni e ho smesso di fare il militare. Il training è stato diverso da quello a cui sono abituato. Sono molto aperto ad imparare cose nuove e questo corso non mi ha deluso. Lo raccomando a tutti coloro che desiderano crescere e diventare persone migliori.


Studente - Corso insegnanti 200 ore - 2016

Lo YTT 200 ore è stata un'esperienza gratificante e di trasformazione. Sono molto grato a tutti gli insegnanti di Hari-Om per il loro lavoro e per ciò che hanno condiviso.


Studente - Corso insegnanti Italia e Costa Rica - 2016

Il corso per insegnanti yoga di Hari Om continua ad essere una delle più grandi esperienze di cambiamento della mia vita de del mio del mio viaggio attraverso lo yoga. Due anni fa, ho completato il YTT 200 ore con Hari Om in Italia, e sono stato contento di completare la formazione di recente con un YTT 300 ore a Puerto Viejo, Costa Rica. Apprezzo la dedizione della pratica di asana, le conversazioni durante le lezioni di teoria, e mi piace la continua comunicazione che ho con gli istruttori sulle diverse tecniche. Non vedo l'ora di proseguire con altra formazione, o con il Bliss Beat Festival.


Studente - 2016

Le parole non possono descrivere quello che si riceve durante questa formazione. E' un'esperienza completamente diversa dalla “normale” pratica dello yoga. E’ una formazione sentita con cuore e l’anima. Molto al di là della pratiche delle asana.


Studente - Corso insegnanti - 2016

Esperienza fantastica, ti fa uscire dalla tua zona di comfort per iniziare un'esperienza indimenticabile. Il corso abbraccia lo yoga a 360 gradi senza tralasciare niente e da spazio anche a piccoli fuori programma. Il residenziale è assolutamente un'esperienza unica, dura ma unica.


Mauro - Corso insegnanti - 2016

La scelta di iniziare un corso di formazione insegnanti è stata una delle migliori che ho fatto. La scelta della scuola Hari-Om sicuramente la migliore in assoluto. L'approccio aperto e non dogmatico, l'interconnesione con altre discipline e con le arti marziali è la cosa che ti arricchisce di più e ti permette un evoluzione individuale. Ti lascia molto e gli input continui ti stimolano alla continua ricerca personale e all'approfondimento. Il percorso ti trasforma e hai le idee ogni giorno più chiare e ti senti sempre più "ricco". Gli insegnanti che ho incontrato e conosciuto trasmettono in tutto e per tutto questo approccio ed è sempre un'esperienza positiva ed arricchente relazionarsi con loro, alcuni per me sono diventati dei veri maestri oltre che degli amici. I compagni di corso sono delle persone speciali che accogli senza giudizio e con cui condividi molto e in qualche modo esprimi la tua vera essenza in modo libero. L'impegno mentale e fisico è importante, ma è difficile sentirne la fatica e tutto l'amore e la dedizione sono solo una piccola parte di quello che ti torna indietro e che rimane con te per sempre. Mauro


Studente - Corso insegnanti - 2016

Il corso è stato un bellissimo percorso personale. Molto bello il rapporto che si è venuto a creare con gli insegnanti. Dopo solo poche ore che si inizia, sembra di conoscerci tutti da una vita. Anche se la pratica è bella tosta, non si conclude mai una pratica senza almeno una bella risata. Magari per sdrammatizzare la fatica... ma tutti i magnifici insegnanti hanno saputo tirar fuori il meglio di ognuno di noi. Molto belle anche tutte le materie "teoriche" trattate. Ovviamente visto il poco tempo a disposizione, ogni argomento è stato introdotto e ci sono stati dati tutti gli strumenti per poter approfondire lo studio in modo personale. Ora la prima parte è stata portata a compimento, si tratta di proseguire gli studi a casa e di proseguire nella pratica quotidiana, unico modo per portare veramente lo yoga dentro di noi.


Studente - 2016

Sono stato molto contento di scegliere questa scuola perché mi ha fornito una base forte per la mia carriera di insegnante di yoga.


Arianna - 2016

Non si tratta di certo della classica scuola yogica dogmatica e seriosa, Hari-Om è qualcosa di molto forte che affronta con professionalità, esperienza e saggezza le tematiche dello Yoga, senza prendersi troppo sul serio! Fuori dai canoni, esattamente quello che cercavo, ti fa entrare dentro allo Yoga emozionalmente, energeticamente e profondamente. Arianna


Studente - 2016

La scuola è magica, intensa l'energia del posto che rende il soggiorno unico. I corsi sono intensi sia nella teoria e pratica che nella loro essenza.


Studente - 2016

Amo la scuola di Yoga Hari-om. Mi piace molto il loro metodo di formazione su stili diversi, dove l’insegnamento rimane quasi imparziale.
E’ grandioso che ci siano state insegnante varie pratiche di asana e pranayama e che, attraverso il nostro diploma, si possa espandere la nostra pratica e la conoscenza dello yoga. Sono molto felice di essere “capitata” proprio qui.


Studente - 2016

Penso che la scuola, nel suo insieme, sia grandiosa!


Studente - Corso insegnanti Costa Rica - 2016

Tutto davvero fantastico. La scuola di yoga Hari Om ha coperto una vasta gamma di stili e filosofie di yoga dando la possibilità a ciascuno di noi, come futuro insegnante, la libertà di creare il proprio stile. Non potevo chiedere insegnanti migliori per ispirare me e la mia pratica e guidarmi nell’esplorazione del mio io.
Un’esperienza che cambia la vita. Non vedo l'ora di iniziare l'insegnamento! E non vedo l'ora di andare a visitare Hari Om in Italia per continuare la formazione.


Studente - Corso biennale - 2016

Il corso di formazione insegnanti si è rivelato un successo! La professionalità didattica degli insegnanti durante questi due anni mi ha permesso di comprendere meglio alcuni aspetti dei miei studi e dato suggerimenti validi per approfondire individualmente i vari argomenti trattati. La filosofia e le finalità di questo percorso esperienziale/formativo in questa scuola si è rivelato uno strumento indispensabile per comprendere meglio quale approccio dare al mio insegnamento. Un ringraziamento particolare va a Marco Mandrino che con le sue peculiarità ha saputo essere un super "pedagogo" spronando ognuno di noi alla tenacia, determinazione e coraggio con un pizzico di ironia e di gioia collettiva. Come ricercatrice e sperimentatrice posso dire che è stato l'inizio di un bel viaggio che continuerà perchè irresistibile!!! :)


Studente - Corso Yoga & Terapia - 2016

Ho trovato il corso assolutamente interessante, con un bagaglio ricco da portare via e con spunti che portano a voler approfondire ancor più. Grande ammirazione per Marco Fasanotti e le sue approfondite conoscenze, per studio e per esperienza personale!


Studente - Corso biennale - 2016

Il messaggio che ho ricevuto dalla scuola e dal seminario a Cascina è di forte appartenenza e allo stesso tempo di assoluta indipendenza, indicazioni date con precisione per essere ricevute nell'immediato lasciando la libertà e la certezza di essere elaborate e materializzate. Filosofia, approccio alla vita meravigliosamente consono al rispetto della vita e della dignità umana. Felice di farne parte...


Studente - Corso biennale - 2016

Il corso insegnanti Hari-Om non ha tradito le mie aspettative. Insegnanti preparati, disponibili e pronti ad insegnare sempre con il sorriso sulle labbra. Non una semplice scuola, quanto piuttosto un percorso di vita. Namastè


Studente - Primo anno corso insegnanti - 2016

Ho appena concluso il primo anno del corso insegnanti. Ho trovato ricchezza ed occasione di apprendimento in ogni lezione ed ogni pratica. Il ritiro finale a Cascina Bellaria poi, ha ulteriormente rafforzato la convinzione di aver scelto il giusto percorso con Hari Om. Credo che la forza più grande di questa scuola sia offrire competenza, varietà, confronto, apertura a tutti e a tutte le forme che lo yoga può assumere.


Francesco - Corso biennale - 2016

Molto bello. Lo rifarei senz'altro e non vedo l'ora di proseguire.


Studente - Corso biennale - 2016

Sono molto contenta di aver intrapreso questo percorso per me così importante con Hari-om; è esattamente come me lo aspettavo, forse anche meglio. A prescindere dall'aspetto tecnico e dallo stile, quello che più mi ha colpito è stato il farci sentire in famiglia, l'umiltà e la straordinaria capacità di ogni insegnante di trasmetterci ognuno una piccola parte del proprio percorso personale. Nessun dogma, solo tanta voglia di crescere e arricchirsi a vicenda. Assolutamente speciale.


Studente - Corso biennale - 2016

Corso completo, profondo, che da la vera possibilita' di creare una visione propria ed incondizionata dello yoga, fornendo tutti gli strumenti necessari per trasmetterlo e condividerlo.


Studente - Corso biennale - 2016

Positivo. Sono stata bene ed ho acquisito tante informazioni utili per condurre una lezione.


Studente - Corso insegnanti - Costa Rica 2015

Mi sono divertito durante il corso con Hari-Om. Mi è piaciuto ricevere insegnamenti su molte aree diverse, stili diversi, rilevando le differenze, ma anche le similitudini... è stato molto interessante imparare tutte le materie del corso di yoga, non solo le asana. Gli insegnanti sono stati interessanti, gentili e compassionevoli. Lo stile, la tempistica e il prezzo sono stati fondamentali per me e questa scuola rispondeva perfettamente a tutte le mie esigenze. Fin dal momento in cui ho trovato Hari-om su internet, ho saputo che era quello che faceva per me.


Marilena S. - Corso insegnanti - Italia - 2015

Da subito la scuola e suoi strumenti di insegnamento mi sono piaciuti tantissimo, sopratutto nel raggruppare una varietà di tecniche date dai diversi insegnanti mi ha fatto avere un quadro più ampio della visione sullo yoga e quanto ognuno di noi può dare. In sede a Sezzadio ho colto l'essenza del bellissimo progetto di unità. I temi delle lezioni sono tutti interessanti e esposti in modo semplice, la pratica è stata per me davvero illuminante grazie agli insegnanti che sono riusciti a far fare al mio corpo movimenti a me sconosciuti e di cui avevo paura . una crescita in tutti i sensi. La scuola è TOP... rifarei tutto domani... il mio percorso con Hari OM continua... grazie


Alessia - Corso insegnanti - Italia - 2015

Una vera e propria esperienza di vita che mi ha insegnato ad apprezzare maggiormente me stessa, gli altri e il mondo intero.
Insegnanti preparatissimi e nel contempo persone splendide, un'organizzazione impeccabile, un'accoglienza semplice ma estremamente vera... Questa è Hari-Om! Rifarei tutto e consiglierei a tutti di intraprendere questo percorso; anzi, forse no. Forse si tratta di un contesto talmente magico e surreale che merita di essere vissuto soltanto da chi realmente sente una profonda vocazione verso uno yoga senza dogmi e imposizioni. Semplicemente grazie!


Giuliano - Corso insegnanti - Italia - 2015

Il corso insegnanti è stato una scoperta continua, mi ha dato la possibilità di vedere diversi approcci nel rispetto della personale risposta di ogni insegnante alla domanda "cos'è yoga". La pratica rimane il fulcro del percorso, una pratica intensa capace di farci riappropriare del nostro corpo e quindi di noi stessi! Grazie.


Arianna - Corso insegnanti - Italia - 2015

Un percorso che amplia gli orizzonti e cambia la propria percezione del mondo.
Un'esperienza che insegna come non esistano paletti ma solo infinite possibilità. Una scuola giovane, dinamica, che accompagna i propri alunni rendedoli indipendenti e pronti per trovare il proprio cammino. Insomma un'esperienza alla fine della quale si pensa solo: grazie a tutti.


Frida - Corso insegnanti - Costa Rica - 2015

Ho iniziato a praticare regolarmente yoga un paio di anni fa come semplice attività fisica. Con il tempo ho notato che non solo stavo scoprendo nuove possibilità per il mio corpo ma i cambiamenti si riflettevano anche nel mio modo di pensare. Ho iniziato ad accettare i miei limiti, riscoprendo me stessa e a ritrovare la fiducia. Questo nuovo modo di concepire i miei pensieri ha cominciato ad incuriosirmi e ho voluto saperne di più. Hari Om ha toccato la mia anima e sarà sempre con me nel cammino della vita.


Mara - Corso insegnanti - Italia - 2015

In qualche momento il sistema limbico (credo si chiami cosi', se ben ricordo) mi avrebbe consigliato la fuga... yoga acrobatico, arti marziali thailandesi, meditazioni osho-style... - pero' sono contenta che abbia prevalso la parte piu' evoluta del mio cervello. Sono rimasta fino alla fine (compreso il canto singolo di mantra!) ma ne valeva davvero la pena. Grazie a tutti voi, miei compagni di viaggio, è stata veramente una grande esperienza.


Sara - Corso insegnanti - Italia - 2015

Il corso è un'esperienza molto profonda. Talvolta non semplicissimo, ma veramente centrato e trasformativo.
Si da giustamente importanza e priorità all'aspetto pratico. All'esperienza. Nello Yoga ciò che non è sperimentato direttamente non può essere trasmesso. E questi 21 giorni mi hanno fatto entrare in una dimensione molto diversa. Ora so cosa devo fare. È il corso mi ha fornito validissimi strumenti.


Paola - Corso insegnanti - 2015

Questa esperienza ti apre gli occhi e il cuore. Ti risveglia dal torpore della vita di ogni giorno, facendoti intravedere di cosa si può esser capaci. Ti schiaffeggia per otto ore ogni giorno, ponendoti davanti a tutti i limiti che ti sei posta, sia a livello fisico che a livello mentale, capendo poi che non vi è confine tra i due. Si ha la possibilità di staccare trovando il tempo e i metodi per riscoprire se stessi. Si piange e si ride, ma si piange e si ride per davvero, senza i limiti che ci si pone nella vita quotidiana. Puoi davvero danzare come se nessuno ti vedesse, come se si fosse da soli, nonostante la sala sia piena di persone. Ti sfoghi e picchi forte, per buttare fuori la paura, per confrontarti con chi hai di fronte, fino allo stremo delle forze. Non ti risparmi mai, a lezione o fuori, perché capisci che più energia c'è in circolo, più ne hai per affrontare le giornate. Sperimenti cosa vuol dire avere OGNI muscolo del corpo che ti fa male e ne sei contenta e appagata, perché ti senti più viva che mai. I primi giorni passano lenti, sembra che il tempo si fermi e credi che saranno giornate lunghe e pesanti. Dopo invece il tempo scorre in un attimo e ti trovi all’ultimo giorno, all’ultima pratica, con una nostalgia che ti riempie il cuore. Guardi fuori dalla sala, l’ultima mattina prima di praticare, cercando di memorizzare ogni dettaglio del paesaggio che hai davanti agli occhi per poi poterli chiudere, una volta a casa, e ritornare lì, per riprovare quel senso di pace ed equilibrio che si prova a Cascina Bellaria. Persone d’oro che ringrazi il cielo di aver incrociato sul tuo cammino, spazi infiniti e verdi, pratiche, lezioni ed insegnanti inestimabili che porterai sempre con te, grasse risate, cibo divino e cuoca meravigliosa… tutto questo (e molto di più) è HARI OM.


Mac - Corso insegnanti - 2015

Un viaggio unico e incomparabile, oltre la normalità e la trappola di una zona di sicurezza che riteniamo indispensabile o addirittura vitale.
Una salita da rinnovare ogni giorno, una scalata che porta ogni volta al di là e "all'un po' di più" di quello che è il normale sforzo... e ogni volta una piccola, grande conquista. Un aiuto a spezzare la trama degli anelli di quella montaliana catena che fissa la maggior parte delle persone a un ben poco spettacolare "immoto andare", al "troppo noto delirio (...) d'immobilità". (Cit. da "Arsenio", raccolta "Ossi di seppia" di Eugenio Montale). Al termine dei ventun giorni non resta solo il rimpianto. Ci siamo abbracciati e abbiamo pianto, come ormai sanno fare in pochi, consapevoli di aver condiviso un pezzo di vita e che, una volta usciti, probabilmente non ci si incontrerà più... eppure, adesso, siete sempre presenti, dentro me, attraverso l'unicità dell'universo per cui, insieme, stiamo lavorando con amore. E tutto questo lo abbiamo fatto anche per chi non c'era, anche per i nostri famigliari che non sono venuti, perché in qualche modo, comunque, c'erano e ci saranno; e ci accorgiamo, con i nostri nuovi occhi, che in fondo eravamo noi a non vederli.


Isanella - Corso insegnanti Milano

Questi primi due anni di corso sono stati un'esperienza unica e meravigliosa. Sono stati duri ed intensi come solo un viaggio nella profondità dell'animo umano può essere. Sono stati per me faticosi ed a tratti anche dolorosi, tanto da instillarmi in alcuni momenti un desiderio irrefrenabile di fuga, in particolar modo quando tutto intorno a me lasciava ad intendere che lo yoga fosse solo gioia, pace e benessere ed invece, in me, c'era grande inquietudine e sensazioni, anche fisiche, contrastanti che non riuscivo a decifrare fino in fondo.

E' stato faticoso smuovere l'acqua stagnante che avvolgeva la mia anima e doloroso scoprire cosa celasse, quanti condizionamenti, quanta paura, quante false necessità, convinzioni inamovibili e la sensazione di proiettarmi costantemente nel passato o nel futuro. Con la pratica, l'ascolto diventa sempre più profondo, sottile, e fa emergere anche ciò che non vorremmo mai sentire; ogni debolezza, ogni lato oscuro viene portato in superficie e diventa impossibile ignorarlo. Sono stati per me faticosi ed a tratti anche dolorosi, tanto da instillarmi in alcuni momenti un desiderio irrefrenabile di fuga, in particolar modo quando tutto intorno a me lasciava ad intendere che lo yoga fosse solo gioia, pace e benessere ed invece, in me, c'era grande inquietudine e sensazioni, anche fisiche, contrastanti che non riuscivo a decifrare fino in fondo.

Ciò che rimane chiuso, al buio, senza aria, non può che gravarci di un inutile peso ed ora sono cosciente di quanto quella fatica e quel dolore fossero necessari; tutta la leggerezza e la gioia che provo ora sono solo il risvolto della medaglia. Sono grata a me stessa di non aver ceduto, di non aver scelto la via più semplice.

Sono molto grata anche a te, Marco, per le pratiche che ci proponi che spesso, per me, sono state una grossa provocazione, perché andando oltre alla difficoltà di ciò che si crede di non poter fare, c'è ancora molto altro da scoprire. Coltivare l'equilibrio dinamico tra il voler superare il proprio limite, il voler andare oltre se stessi, e l'accettazione di quel limite, di sé con tutte le imperfezioni, potrebbe essere un lavoro faticoso quanto il raggiungere un ideale di forma ed estetica nelle asana. Ed è un lavoro che inevitabilmente conduce al momento presente.

Ho sperimentato su me stessa che lasciando andare veramente si può finalmente sfuggire a quella subdola prigione che è l'abitudine a dover controllare tutto, a ricercare la perfezione, a non ammettere sbavature. Quanto spazio si è creato, quanta leggerezza! Tutto era già li. La Bellezza in ogni cosa, persino dove davo per scontato non potesse esistere. Dove prima dominava il rumore della mente finalmente un profondo silenzio e poi, la musica dell'anima.

Questo per me al momento presente è lo yoga. Poter udire quella musica, non solo della mia ma di tutte le anime. E' coltivare il silenzio che permetta questo ascolto. E' coltivare la gioia, l'amore, l'accettazione, l'ascolto, l'affidarsi ad una Saggezza più grande, perché non trovino più posto la rabbia, la paura o l'indifferenza verso gli altri o verso me stessa. Se rivolgo lo sguardo alla persona che ero solo due anni fa, stento a riconoscerla. Così come stento a credere che in così poco tempo si possa cambiare tanto...rimanendo se stessi. Solo disponendosi all'ascolto.

Sono grata di aver incontrato persone meravigliose, tra i maestri come tra i compagni; forse con qualcuno il cammino in comune finirà qui, ma sarà difficile poterli dimenticare, non dopo aver condiviso l'inizio di questo meraviglioso viaggio e tanta intensità nel sentire.


Prove di insegnamento

Al termine del secondo anno della scuola di yoga, ho conseguito l'ambìto diploma 200 ore riconosciuto dalla Yoga Alliance.
Sono stati due anni emozionanti, intensi e molto faticosi. Se ho concluso un piccolo tratto di una strada che sarà lunga una vita, devo ringraziare gli amici che ho incontrato in questo percorso.
E devo ringraziare il mio Maestro, Marco, per la simpatica fermezza che ha sempre mostrato nei miei confronti.

Cominciare il terzo anno del corso insegnanti, ha significato per me impegnarmi diversamente da come avevo fatto fin'ora. Io ci ho messo il cuore e la testa. Il mio Maestro mi ha indicato la direzione: pratica – almeno due volte la settimana – e insegna.

Praticare è stata solo una questione di organizzazione dei tempi. Insegnare è stato ben altro.
Ho tergiversato per un po' perché non mi vedo come insegnante. Di Yoga, poi. Ci vogliono precisione, attenzione, capacità di ascolto di sé e, soprattutto, dell'altro. Ci vuole creatività: ogni volta una lezione un po' diversa che faccia divertire e stare bene il maggior numero degli allievi.

E io mi sento il contrario: superficiale, poco attenta ai dettagli, ignorante delle controindicazioni e delle varianti che servono per far funzionare una classe in cui si presentano persone con difficoltà fisiche che non ho mai visto. Perché - ho scoperto lì – in questo mondo di malati cronici, essere sani non aiuta. La salute, per lo più, diventa frutto della fortuna e non dell'impegno e della responsabilità personali.

Per non parlare della risposta alla fatidica domanda: che tipo di yoga insegni? Questione di Stile!
E, naturalmente, ci vogliono gli allievi! Come trovarli?

Nel mio caso è stata la sorte. Ho trovato uno spazio presso l'Arci del piccolo paese dove abito, nell'hinterland milanese. I vecchietti che lo gestiscono sono favorevoli alla raccolta di fondi per apportare migliorie al proprio circolo. Un corso di yoga ha dei vantaggi: è un'attività diversa – a pagamento - offerta ai soci ed attrae persone che forse mai avrebbero messo piede lì.

Dal mio punto di vista, avendo l'Arci agganci con il comune, la pubblicità era presto fatta: due righe sul sito in prima pagina e una newsletter inviata a tutti i cittadini.
Ho stabilito le date di inizio e ho raccolto gli allievi di cui avevo bisogno per insegnare una mattina ed una sera la settimana.
Il primo giorno in cui mi sono presentata avevo paura. Di tutto. Del giudizio, del silenzio - la musica dimenticata a casa – del vuoto, dello spazio da riempire a tutti i costi. Sembra banale, ma come occupi quei fatidici novanta minuti?

Avevo preparato la lezione, un po' di rilassamento all'inizio ed alla fine e poi qualche asana per valutare i miei allievi, la loro scioltezza e preparazione. La resistenza.
Pochi giorni dopo, mi arriva un feedback attraverso un'amica: lo yoga è così lento?
In quel momento, ho capito che gli allievi sono come i bambini: può essere che non manifestino dissenso di fronte all'insegnante, ma sicuramente non li freghi. Se sei lì per occupare il tempo, prima o poi te lo mandano a dire. Risultato? Questione di Stile!

Ho cercato e ritrovato ciò che piace a me, nella mia pratica. E quello insegno.

A me piace uno yoga dinamico e forte. Di quelli da cardiopalma, di quelli che non ti lasciano tirare il fiato, di quelli che ti fanno saltare avanti e indietro. E ridere delle braccia che non ce la fanno più e dei muscoli che fanno male. Gocce di sudore che imperlano la fronte. Battutacce che sputo dalla bocca.

Come insegnante, ho quindi scelto di stare in piedi e di respirare nel movimento. E nel movimento liberare la mente e, infine, trovare la pace.

Quella che insegno è, dunque, la mia personale forma di meditazione, invitando ognuno a trovare la propria e a ricercare, tra i tanti insegnanti preparati, ciò che più corrisponde al proprio modo.
Perché la mia forma di pratica ha dei limiti che sono anche i miei e che, forse nel tempo, riuscirò a superare: nella mia classe, coloro che hanno grandi malattie difficilmente tengono il passo. Io sono portata ad insegnare ai sani di fisico e di mente.

E' brutto da dire, lo so. Ma lo dico con onestà. In questo momento, io non sono in grado di prendermi cura di queste persone con la dedizione e l'attenzione che meritano. Ma so, con profonda certezza, che – da qualche parte – c'è l'insegnante giusto per loro. Che ha la preparazione che serve per seguirli e far loro del bene.

Di fronte ai miei allievi mi sono posta come mi pongo di fronte ai miei tre figli: io offro il mio esempio – umano, limitato, difettoso – a loro di prendere ciò che serve e di cercare altrove il resto.
E allora, pronti via! Adho Mukha Virasana per cominciare: qualche minuto per rilassarsi lasciandosi alle spalle preoccupazioni e stress. Poi Marjariasana con il suo lento movimento per liberare la colonna, Adho Mukha Svanasana per lavorare tutta la catena posteriore e poi su in Uttanasana a tentare di toccarsi le punte dei piedi e, infine, ancora più su a toccare il cielo. Mani giunte al petto e avanti a gettarsi in un Surya Namaskara al ritmo del respiro.

Dopo qualche lezione ho preso confidenza con me stessa e con la pratica ed i praticanti.
Verso la fine della lezione, quando sono più stanca, incespico nelle parole e sbaglio qualche indicazione: la destra che non sa più di essere destra. Nel gruppo c'è sempre qualcuno più preciso degli altri e allora lo interpello...dove eravamo arrivati? Sinistra avanti. E così sia!

Tre sono stati i momenti più belli fino a oggi:

Il primo: i miei allievi che mi dicono che i novanta minuti volano;
Il secondo: quando io ho perso il conto del tempo e ho decisamente sforato i novanta minuti;
il terzo: quando ho smesso di guardare il programmino e ho cominciato ad improvvisare.

L'insegnamento è per me una grande lezione di vita. Ho imparato qualcosa in più su me stessa, ho sbattutto contro i miei limiti, ho imparato a ridere in faccia alla paura e a ritrovare il coraggio di uno sguardo fiero.
Sono certa che dietro l'angolo mi aspetti ben altro: l'accoglienza del dolore e della sofferenza. La compassione, la solidarietà.
Fino a quel momento, pronti via! Trascino i miei allievi in un veloce Saluto al Sole che tonifica, purifica, fa tacere la mente e mette di buon umore. Questione di stile!

Laura Zanetti


Francesca - Residenziale 200 ore 2012

Sarò sincera: è stata un'esperienza davvero molto dura. Quando Simona mi aveva prospettato giornate cariche di impegni avevo provato ad immaginare qualcosa di intenso, ma certo nessun prodotto della mia mente sarebbe mai arrivato a tanto.

A parte queste considerazioni, che ritengo abbiano un valore minimo nella valutazione di questa esperienza, posso dire di aver trascorso a Cascina Bellaria 21 giorni davvero indimenticabili: la full immersion nello yoga mi ha consentito di migliorare sensibilmente sia il mio livello di pratica che il mio grado di preparazione come insegnante, senza contare che l'approccio con cui la materia è stata affrontata (filosofico, anatomico, psicologico e didattico), mi ha consentito di approfondire in maniera completa ed efficace una disciplina che, se prima di questa esperienza era per me un punto fisso della mia vita, poi è diventata il mio grande amore!

Consiglio a tutti l'esperienza del corso residenziale per vivere davvero lo yoga fino in fondo, e per scoprire uno spazio in cui entrare in contatto con se stessi come difficilmente si riesce a fare nella vita perché questo percorso consente davvero di diventare non solo degli insegnanti preparati, ma anche delle persone migliori, consapevoli dei propri limiti e delle proprie risorse, sempre in stretto contatto con se stessi...perché insegnare di yoga si fa soprattutto con l'anima, e se la nostra è abituata a risuonare, trasmetterà qualcosa di grande, oltre alla pratica, ai nostri allievi.


Marcella - Residenziale 200 ore 2012

Yoga...e altro.

Sono partita dalla mia terra per andare ad imparare ad essere una "buona" insegnante di yoga e, si, ho portato a casa il mio certificato. Posso fare l'insegnante di yoga. Per quanto riguarda l'essere una "buona insegnante" il cammino è appena iniziato. In questo oltre a confidare in me stessa so di poter confidare su tutti coloro che in questi 21 giorni mi hanno insegnato (non solo attraverso la pratica) cosa è yoga.

Quindi ringrazio si me stessa per la voglia di imparare a mettermi in gioco, ma soprattutto voglio dire Grazie a chi con il sudore della pratica ci ha fatto superare i nostri timori.

Grazie a chi con la capacità di mantenerci attenti durante le lezioni teoriche (soprattutto quelle delle 14.45 quando la digestione ti mette in uno stato di rilassamento) ha nutrito la nostra anima.

Grazie a chi a cucinato per noi ottime pietanze preparate con amore (ottimo ingrediente) nutrendo il nostro corpo.

Grazie a chi si curava dei nostri spazi sociali, ogni giorno (e noi qualche volta siamo stati poco attenti), sempre con un sorriso.

Grazie a chi ha intrapreso questo "viaggio” con me, ai miei compagni, per avermi donato una parte di sé.

In conclusione penso di poter dire che mi avete fatto vivere lo yoga nella vita.

Grazie dal profondo del cuore.


Sara - Residenziale 200 ore 2012

Una parte del mio cuore è rimasta li, dove il tempo per venti giorni si è fermato. Non solo è stato un corso per diventare insegnati, ma qualcosa di più: una grande famiglia, nuovi visi, momenti di grande felicità e a volte qualche pianto. Tutto questo sarà con me per sempre e appena chiuderò gli occhi sarò ancora li con tutti voi!


Raffaella - Residenziale 200 ore 2012

Io sono arrivata con il cuore aperto e una buona ma nebulosa intenzione. Ho trovato un maestro e uno staff che ha saputo rispettosamente osservare la mia anima e consolidare la mia intenzione facendola crescere e diventare parte di me. Hari Om è una grande scuola che sa indicare la strada senza importi la propria.
Ci vedremo presto x proseguire il percorso!


Testimonianza di Deborah, del primo anno del corso insegnanti Yoga

Mi sono iscritta al corso di Yoga per insegnanti della Scuola Hari-om come approfondimento personale, non prendendo in nessun modo in considerazione la possibilità di diventare insegnante. Volevo approfondire la mia conoscenza delle asana e soprattutto capire come queste funzionano, perché in seguito alla frequentazione di alcune master-class della scuola Hari-om come uditore libero, avevo iniziato a notare, grazie ad una pratica più intensa rispetto a quella sperimentata in precedenza, che dietro il mantenimento delle posture c’era qualche cosa d’altro. Mi ero dunque persuasa che frequentando il corso avrei ricevuto gli insegnamenti necessari per capire.

Ho iniziato a frequentare la Scuola mossa da queste intenzioni e, ad onor del vero, preoccupata di non essere all’altezza di quanto mi ero convinta dovesse essere l’obiettivo da conseguire, ovvero: la dimostrazione della capacità di riprodurre determinate asana nel miglior modo possibile.

Giunto il momento della prima lezione ho espressamente chiesto all’insegnante se per superare gli esami di fine anno si dovesse garantire un determinato livello di performance nell’esecuzione delle asana; la risposta di Lisa è stata che da noi ci si aspetta di essere in grado di insegnare le asana ad altri. Ovviamente io rimasi spiazzata da questa risposta, ancora arroccata nei miei pregiudizi, e accantonai la questione riproponendomi di riprenderla in mano al momento della preparazione degli esami.

Poi una sera capita che al corso di hatha-Yoga che frequento da quattro anni la mia insegnante mi chieda di darle una mano a lezione, perché momentaneamente impedita nei movimenti da un incidente domestico. Ed è così che la lezione seguente mi sono ritrovata dall’altra parte della sala, di fianco alla mia insegnante a dimostrare le posture da eseguire, a dare anch’io qualche istruzione sull’esecuzione, a spiegare le sensazioni provate e a guidare in parte il rilassamento. Naturalmente la mia insegnante era di fianco a me e non mi ha mai abbandonata, come ha continuato ad occuparsi degli altri partecipanti alla lezione. Mi ha spronato a dare delle consegne sulla base di una sequenza da lei pensata, è intervenuta correggendomi quando le mie istruzioni erano incomplete o poco chiare, mi ha suggerito cosa dire e come dirlo, soprattutto facendomi notare che il mio tono di voce era troppo basso per essere sentito.

Mi sono allora resa conto di quanto sia difficile solo ripetere una serie di sequenze praticate qualche giorno prima, come una lezione di Yoga non si improvvisa, ma deve essere preparata e studiata nel dettaglio, ed eventualmente adattata alle circostanze del momento. Come l’insegnamento dello Yoga non abbia un'impostazione accademica (quella che mi ero figurata io all’inizio dei corsi della scuola di yoga), ma implichi una condivisione con chi pratica con te, come vengano trasmesse sensazioni ed emozioni, e non solo dettagli tecnici sull’esecuzione delle asana.

La mia insegnante mi ha fatto capire come si deve essere costantemente attenti e rispettosi degli alunni, dell’utilità di venir loro incontro prevedendo degli esercizi iniziali di riscaldamento della muscolatura, delle piccole pause per permettere loro di riprendere fiato, o dei momenti di micro-rilassamento che aiutino a rilasciare la muscolatura dopo lo sforzo del mantenimento dell’asana, o anche solo a liberarsi dalle tensioni accumulate durante la giornata o nel corso della settimana lavorativa.

Insegnare Yoga non è facile, ed implica delle responsabilità. I partecipanti ad una lezione si affidano all’insegnante ed è giusto che questa sia una persona preparata e che abbia a lungo praticato perché possa essere in grado di trasmettere l’insegnamento e allo stesso tempo prendersi cura di chi a lei si è affidato. Allo stesso tempo insegnare è molto gratificante; poter offrire sicurezza, serenità e rilassamento a chi partecipa ad una lezione implica un grande coinvolgimento, premiato dalla consapevolezza di aver fatto qualche cosa di buono ed utile per gli altri. Sono uscita dalla mia prima lezione di Yoga con un senso di pace e di serenità intensi, il sorriso mi si è stampato sulle labbra e mi ha accompagnato fino a casa. Ringrazio la mia insegnante per l’opportunità che mi ha dato di sperimentare e la Scuola Hari-om per gli strumenti offertimi per poter fare bene quando sarà il momento.


Testimonianza di Elisa, del primo anno del corso insegnanti Yoga

Fare lezione con Marco Mandrino è prima di tutto un viaggio dentro sé stessi. In quella parte di noi stessi che non guardiamo quasi mai, ma anche in quella che invece incontriamo tutti i giorni. E' l'incontro con uno specchio, che fermo e sincero ti rimanda esattamente ciò che sei, nel bene e nel male. E non ti giudica mai.

Frequento il primo anno di corso per insegnanti di Yoga alla scuola Hari-om di Alessandria, e nel corso di questo primo anno, ho avuto la fortuna e l'onore di passare due fine settimana di studio con Marco.

La prima sensazione al ritorno a casa, il lunedì mattina, è che qualcosa sia cambiato in maniera indelebile. E' sempre qualcosa di impercettibile: la vita è sempre la stessa, e so che la sensazione di pace e quiete che mi porto dietro piano piano passerà, risucchiata dal rumore della vita quotidiana. Ma so anche che qualcosa, dentro, è mutato, che ogni volta qualcosa muta, di un millimetro, di un piccolo soffio, e nulla di ciò che ero prima tornerà più. Perché ora è dopo, e io sono diversa.

Intanto, la pratica.

Ogni giornata del corso inizia con una Master class di tre ore.

Sono tre ore intense, rigeneranti, necessarie e difficili allo stesso tempo. Io pratico ogni giorno, e penso di conoscermi un po', penso di sapere cosa mi piace di più, quali asana invece mi mettono in difficoltà, quale pratica è più vicina al mio modo di essere, e quale invece devo sforzarmi un po' per portarla fino alla fine.

Con Marco nessuna mia certezza rimane tale. Asana che ho sempre amato mi risultano ostiche, faticose, difficili, altre che ho sempre pensato di amare meno sono agevoli e semplici. Soprattutto, la sensazione di fondo, in generale, è quella della novellina, di chi non sa nulla, come fossi al primo giorno di pratica, e completamente, assolutamente, incapace.

Per me è una sfida. Non mi è mai successo, tranne che con lui.

Anche il mio primo giorno di pratica, il primo in assoluto, ormai un po' di tempo fa, è stato più facile. Le asana mi venivano meglio, il mio corpo rispondeva come pensavo avrebbe dovuto rispondere.

Con Marco no. Con Marco, l'ho detto, la pratica porta dentro sé stessi, e chiama a nuove sfide. Ogni asana è una scoperta, è cosa nuova, in un corpo nuovo. Fino all'origine, fino a dove non sai di poter arrivare. O di poter essere.

E così ho ricominciato ad ascoltarlo, il mio corpo, ad ascoltarne le difficoltà, i movimenti, a renderli più vicini alle asana, a percepire il ritmo del mio respiro, ad ascoltare il mio cuore, e la mia mente che piano piano cercavano un unico punto in cui fermarsi. Insieme.

E' stata una scalata, una scoperta. Un meraviglioso regalo.

Poi, la lezione.

Dopo la Master class e una breve pausa, si comincia con la parte teorica. Abbiamo parlato di yoga, e degli otto passi dello yoga secondo lo Yoga Sutra di Patanjali, ma è stato detto molto di più.

E' stato un dialogo continuo, un flusso di pensieri e di energie che circolavano, palpabili, nella stanza.

Marco è quieto, sincero, e gentile. Pacato in tutto ciò che fa, ha la rara capacità di dire sempre ciò che pensa, con fermezza, ma sempre con grande gentilezza.

L'ho detto, l'incontro con lui è un viaggio dentro sé stessi, e io mi sono guardata in quello specchio di acqua calma che è Marco, e ho visto un mondo, in parte sconosciuto, e che in parte sto imparando a conoscere in questo mio percorso. Ho visto e sentito la sete di tutto ciò che ancora voglio scoprire e sapere, ho visto chi sono, chi sono stata, cosa mi ha portata lì. Ho ricordato di nuovo a me stessa perché amo tanto lo yoga, e perché ho deciso di farne la mia vita.

Ho visto anche ciò che vorrei diventare, ma so che quella visione cambierà ancora e ancora, perché il fine in realtà è il viaggio, e non la meta.

Grazie, Marco.
Om


L’esperienza di Marina con la nostra scuola di Yoga

Ciao Marco. Sono Marina (corso insegnanti Roma). E' un po' che volevo scriverti... quindi ti avverto che l'email è lunga.... so che sei impegnato quindi leggila un po' per volta...:)
Volevo raccontarti della mia gioia nell' aver incontrato Hari-Om e della mia esperienza "yogica". In Hari-Om ho trovato finalmente la 'libertà' di fare yoga e conoscere lo yoga in modo circolare e non direzionale, lo yoga adatto a me.

Le scuole che ho frequentato sono sicuramente state importanti per la mia formazione e perché mi hanno dato gli spunti e stimoli per spingermi a ricercare , a leggere ad approfondire... ma mi sentivo a volte a disagio, c'erano dei condizionamenti silenti e talvolta anche espliciti che non mi consentivano di esprimermi e spesso mi creavano una conflittualità interiore anche nei rapporti con l'insegnante. Così ho deciso di iniziare un percorso personale, sostenuta dal mio compagno, anche lui praticante yoga. Però la necessità di una scuola e insegnanti come guide competenti nel percorso, si faceva sentire ... allora decido che forse l'unico modo è fare un corso insegnanti.

Hari-om mi colpì, leggevo spesso i vostri articoli su "Vivere lo yoga", ma ero un po' diffidente sulle scuole che sembrano super fighe e tanto pubblicizzate... così vengo a conoscenza che Sergio sarebbe stato a Roma per seminario sul Nada yoga.

Sergio spazzò via i miei dubbi, mi piacque la pratica fisica, il suo modo di insegnare, 'professionalmente yogico' , poi la competenza, la gentilezza e l'accoglienza.

Insomma decido HARI-OM!!! E il resto lo sai.... sono entusiasta della mia scelta!

Ed eccomi alla cascina Bellaria a praticare.... ad occhi chiusi... a cantare invocando Shiva che si manifesta in uno splendido temporale...condividere tutto con gente come me che cerca di andare oltre.... è stupendo!

Quello che più mi piace di Hari-om e che ho avuto modo di sperimentare in ritiro, è il giusto equilibrio tra serietà, competenza, disciplina, collaborazione e gioco , libertà e armonia.

Ho sperimentato anche l'effetto energizzante del pranayama praticato con costanza. Sono stata benissimo, non mi sono sentita stanca neanche i giorni successivi, quindi mi sto riservando ogni mattina 20 minuti per Agni Sari e Bastrika.

E per ultimo, eccomi anche allo Yoga Festival Roma! Ma stavolta non ero in cerca di una scuola, non ho praticato qualunque cosa sul prato... adesso rappresentavo Hari-om. Sono stati tre giorni intensi e impegnativi, ma l'ho fatto con grande piacere, è stato bello parlare di Hari-om alla gente!

Ho anche conosciuto Emy Berty, dolcissima e bravissima!

Sergio ha avuto un successone con le sue splendide campane!

Sono venute a trovarci anche Veronica e Benedetta domenica e Gianpiero, il mio compagno, ci ha dato anche lui una mano.

Ho preparato un foglio per registrare gli interessati, così allo stand abbiamo raccolto tanti nominativi.

Ci sono interessati a corsi sul suono delle campane, altri sui corsi hari-yoga a Roma, nei volantini stavano i miei riferimenti e quelli di Benedetta come referenti per corsi a Roma!!

Io attualmente insegno privatamente, al massimo 2/3 persone contemporaneamente, a casa mia o all'aperto, Sergio mi ha dato tanti consigli. Stiamo preparando un curriculum yogico e sto cercando una sala a roma dove poter insegnare un paio d'ore a settimana.

Ce ne sta una a pochi passi dal lavoro che mi deve dare risposta nei prossimi giorni (qui scatta il sankalpa!).

Qui c'e' anche la possibilità di poter affittare la sala per seminari nei weekend. www.lofficina.tv come vedrai fanno già kundalini... (mmmm... non so se mi accoglieranno con entusiasmo :)) Comunque ti aggiorno e confido nel tuo supporto!

Grazie per avermi dato questa possibilità di collaborazione e rendermi utile, grazie per quello che hai costruito e per quello che continui a fare per lo yoga. Grazie a te, Lisa, Sergio, Diego e tutti gli altri.

Un abbraccio grande a presto!!!

Marina


Lettera a Marco. Da Luisa

Carissimo ..

Un anonimo un giorno disse "la vita è cio che ti accade mentre stai facendo altri progetti".

Sono seduta davanti alla scrivania, tra le mani rigiro il diploma.

Per anni ho ripetuto a gran voce, Yoga!!??? Non è roba per me "stare seduti a fare om"! Oggi sto anche un ora al giorno "seduta a fare om"!

Nel 2008 ho organizzato una serie di eventi tra i quali una lezione di yoga alla quale ovviamente mi costrinsero a partecipare. Munita di arroganza, sbuffi e sospiri ho disteso a terra un asciugamano.

Vrkasana. Un albero radicato a terra ha cambiato la mia vita e poi...Uttanasana l'abbandono, l'arrendevolezza e una nuova consapevolezza: avevo un corpo. Un corpo al quale per la prima volta stavo donando amore ... su di lui avevo riversato il mio odio e la mia rabbia, l'avevo maltrattato e lui? Perdonava. Ho iniziato a praticare Yoga nella speranza di cambiare anche i pensieri. Non mi bastava più l'oretta settimanale, la pratica a casa... andare oltre! Ho comprato un giornale di yoga. HARI OM E MARCO MANDRINO. Questo fa per me ma tanto, io, NON FARO' MAI L'INSEGNANTE DI YOGA!

...ma 'sto Marco Mandrino, vuole pure un esame pratico..Alleniamo i 4 amici al bar? Così inizia "la danza dell'hally gally": se prima eravamo in 4, ora siamo che ho perso il conto!

Al termine di ogni lezione mi chiedo MA COME FANNO A VENIRE DA ME??? Proprio da me!!!
Risposta:

La fiducia in me stessa ? Che cavolo è? Ho paura, paura di tutto, tutto mi fa soggezione persino Marco Mandrino !! e mi sento inadeguata, inopportuna, incapace e ...il resto lo risparmio!!!

Quando insegno tutto questo non esiste. Escono parole, intuizioni e dettagli che mi chiedo sempre come faccio a conoscere. Alzo gli occhi al cielo dove ogni cosa ha una sua collocazione. Dove il tutto è il niente.

Rigiro il mio diploma. Ancora sfiducia. Non lo merito. Cosi però offendo Marco, offendo i miei alunni...e quella sottile voce che mi guida.

NON SALIRO' MAI IN SIRSASANA HO TROPPA PAURA E NESSUNA FIDUCIA IN ME STESSA!

Funzionerà anche questa volta? Mi siedo e aspetto. Qualsiasi cosa verrà andrà bene.

Sorrido. Riguardo il diploma e ripenso: la vita è proprio ciò che ti accade mentre stai facendo altri progetti!

Grazie Marco, grazie di tutto...scendano su di Te e su tutti coloro che Ti stanno accanto le mie più sincere benedizioni.

Ci vediamo in ottobre. Luisa




Questo sito utilizza cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro utilizzo. Informativa estesaAccetto